Skip to main content

Degustazioni Enogastronomiche in Toscana: Percorsi e Itinerari sul Cibo

Fare un tour enogastronomico in Toscana significa scoprire storia e cultura della regione attraverso i sapori del territorio.

A disposizione del pubblico diverse tipologie di itinerario che ci consentono di conoscere il patrimonio culinario ed enologico locale.
Perché la Toscana non è solo una terra ricca di borghi, storia, cultura ed arte. Ma è anche una delle regioni italiane più importanti per ciò che riguarda prodotti tipici e piatti della tradizione.

  • — Filtri

Chianti Classico & Fiorentina Steak
Arts & Tuscany

Chianti Classico & Fiorentina

Nelle località di Greve in Chianti e Panzano in Chianti, conosci e degusta l’enogastronomia Toscana famosa in tutto il mondo.

BikeMaremma

Food & Bike

Giro tra i boschi alla scoperta del Romitorio, con panorami splendidi e assaggi di carne e prodotti tipici.

Un tour enogastronomico della Toscana non può non prendere il via dalla materia prima, ovvero da quelle eccellenze da degustare in modo assoluto o da utilizzare come ingrediente fondamentale per la realizzazione di alcune tra le portate più importanti della regione.
In questo modo ogni tour può combinare la scoperta di prodotti di qualità con quella di borghi e location dal fascino unico.
Le degustazioni enogastronomiche in Toscana ci portano a visitare la Garfagnana con il suo farro IGP e il pane di patate, la Lunigiana con il lardo di colonnata IGP, Lucca con l’olio extravergine d’oliva DOP e il pomodoro canestrino, Sorana con il fagiolo IGP, Marradi con il marrone, il Valdarno con la fava, Carmignano con il fico secco, Casola con il pane marocca.

Da non perdere anche il pecorino a latte crudo delle Montagne e Valli pistoiesi, la farina dolce di castagne della Montagna Pistoiese, il prosciutto del casentino DOP, il Sanbudello, le carni del Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP Chianina, il fagiolo zolfino.
Un vero percorso enogastronomico della Toscana non può non prevedere anche la bistecca alla fiorentina, magari con un’esperienza che ci permetta di scoprire i segreti dell’allevamento, della lavorazione e della cottura della carne.
Esploriamo, poi, il territorio lasciandoci guidare dai piatti tipici della tradizione toscana. Possiamo visitare Firenze e lasciarci conquistare dalle crespelle alla fiorentina, dal lampredotto, dal peposo, dai fagioli all’uccelletto, dalla schiacciata alla fiorentina.

A Pisa non possiamo perdere pappa al pomodoro, pallette, bordatino alla pisana, anguille in ginocchioni.
A Lucca ci lasciamo conquistare da garmugia, farinata, tordelli, rovelline, baccalà arrostito, castagnaccio.
Nel corso delle nostre degustazioni enogastronomiche in Toscana ci spostiamo a Livorno dove scopriamo cacciucco, tramezzini e baccalà alla livornese; mentre a Siena ci lasciamo tentare da gnudi, pici all’aglione, ribollita senese e crostini di fegatini.